La Sottile Differenza tra un Pachiderma e un Software Manageriale

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

La ragione per cui i computer fanno più lavoro delle persone è che essi non si interrompono mai per rispondere al telefono.
(Joey Adams)

 

elefante

Questa è la ragione per cui io quando scrivo vorrei spegnere tutto, telefoni, mogli, figli e campanelli.

Molte di queste cose purtroppo non possono spegnersi, quindi preferisco appuntarmi tutte le idee attraverso la dettatura vocale dell’iphone (Siri) che non fa altro che trasformare in testo tutto cio che dico.
Dettando mentre guido risparmio ore ed ore di tempo libero che andrebbero a farsi friggere – sottraendolo alle persone che amo e alle cose che mi piace fare – per scrivere report, email e articoli per il blog

Non potrei più fare a meno del mio smartphone perché mi permette di fare cose che gli altri telefoni di nuova generazione non fanno – o fanno in maniera meno efficace. Questo non vuol dire che è meglio degli altri, ma diverso, più adatto a me, più pratico.

Cosa vuol dire pratico per uno che con uno strumento ci lavora?

Significa che con pochi e semplici gesti puoi ottenere un risultato preciso, attendibile e ripetibile.

Questa per me è una gestione “manageriale”.

 

Prendiamo i software gestionali odontoiatrici in commercio.
Tutti fanno le fatture, tutti i preventivi e i piani di cura piu o meno allo stesso modo e piu o meno in maniera semplice o veloce.

Insomma tutti telefonano, mandano gli SMS e qualcuno più figo permette di utilizzare persino whatsapp e Facebook.
Insomma i software gestionali nel 2016 si equivalgono un po’ tutti così come i cellulari prima dell’avvento dell’Iphone, ma nessuno è strutturato in modalità manageriale.

Dagli anni ’90 ad oggi le tue esigenze sono cambiate. Non usi piu l’amalgama, sei dotato di un rilevatore apicale, hai fatto dei corsi di perfezionamento e possiedi degli strumenti digitali all’avanguardia che ti permettono di fare diagnosi eccellenti.

Insomma, da allora ti sei evoluto di pari passo al mondo che cambiava attorno a te.

Ed il software gestionale??

Si, certo, ogni tanto ti arriva un aggiornamento in cui viene implementata qualche funzione o messo in sicurezza per la legge appena emanata, ma cos’è davvero cambiato all’atto pratico?

Nulla.

I software gestionali per studi odontoiatrici sono dei pachidermi vecchi di 25 anni che cercano di fare i giovani indossando abiti alla moda.

Oggi con la concorrenza dei vari centri che aprono qua e là, le tue esigenze sono completamente diverse.

Magari sei uno di quelli che nel tempo libero non fa altro che cercare corsi di marketing che possano raddrizzare le sorti del tuo studio.
Non nell’immediato, ma nel prossimo futuro, quando le cose cambieranno decisamente aspetto e perdere adesso il treno dell’innovazione risulterebbe un pericolo troppo grande.

Per questo le tue esigenze oggi sono equivalenti a quelle di un dirigente.
Se lavori o hai lavorato nel pubblico saprai che i medici sono tutti dei dirigenti e come tali – oltre a quelle professionali – hanno delle responsabilità ben precise: di controllo, di gestione e di risultati.

Nella tua struttura la cosa non cambia.
Hai delle responsabilità – oltre a quelle professionali verso i tuoi pazienti – in primis verso te stesso e verso la tua famiglia che si aspetta che dalla tua attività tu possa sviluppare un volume d’affari tale per un adeguato sostentamento.

Legato a stretto filo ci sono i tuoi dipendenti che danno il loro ausilio con passione e dedizione non badando all’orologio, ma al risultato del team. Essi sono i co-artefici del tuo successo e si aspettano dal loro leader una crescita adeguata nel tempo e non un lento declino.

Secondariamente hai delle responsabilità verso lo stato che ti chiede ogni una buona percentuale sul tuo incasso.

Detto questo, non puoi assolutamente gestire il tuo studio come se il tempo si fosse fermato al 1998.
Se il tuo approccio alla professione è stato migliorato dai corsi, dagli strumenti e dall’esperienza, allora devi convincerti che anche l’aspetto di gestione del tuo studio dovrà subire un sonoro cambiamento. E pure presto, perché mentre tu ci pensi, gli altri si adeguano e passerai il resto della tua carriera a rincorrerli come un criceto nella ruota.

I miei clienti questo l’hanno capito e non hanno battuto ciglio quando si è parlato di passaggio da un sistema software gestionale ad una piattaforma MANAGERIALE.

Ma cos’è un software Manageriale?

Si tratta di un sistema che assiste diversi aspetti dell’attività odontoiatrica.

Punta soprattutto a metterti nelle condizioni di chiudere più preventivi senza dover studiare complesse tecniche di vendita e sostiene il tuo business attraverso un costante controllo dei numeri scaturiti dalla vendita dei tuoi servizi comparandoli automaticamente con periodi precedenti.

Genera automaticamente tutta la documentazione utile da consegnare cartacea al tuo paziente per farsì che egli esca dal tuo studio consapevole che il valore trasferito da te e dal tuo staff non ha eguali e che il tuo preventivo ono potrà essere messo in competizione con qualunque altro documento fuoriuscito da una struttura low cost qualunque.

Il Software Manageriale ti guiderà passo passo verso un percorso guidato di prima visita e permetterà al tuo paziente di comprendere in fase di presentazione del preventivo, ogni dettaglio clinico in modo da non avere sorprese né durante gli interventi, né durante i pagamenti.

E la fattura la faccio fare al mio vecchio gestionale??

Lo so che poi in uno studio ciò che si fa più spesso sono le fatture e le anagrafiche, ma non temere, ovviamente il software manageriale è i grado di emettere fatture, preventivi, gestire l’agenda e consegnare i dati fiscali dei tuoi pazienti al sistema tessera sanitaria come da legge in vigore.

Se mi segui da un po’ sai già di cosa sto parlando. Si tratta del software UNO. L’unico software in grado di gestire lo studio come farebbe un manager.

Avrai già sentito parlare del mio amico- cliente Riccardo Marsalli.
Lui attraverso questo sistema riesce a chiudere l’84% dei preventivi presentati, incrementando costantemente il suo fatturato in maniera oserei dire scientifica.

Non balle, ma numeri.

Questi numeri li abbiamo presentati io e Riccardo insieme in due serate a Firenze e Viareggio illustrando ai partecipanti il nostro percorso guidato verso una prima visita d’eccellenza.

Questi incontri riprenderanno il 29 Settembre con una prossima tappa a Bologna presso la filiale Dental Trey.

Qualora fossi interessato ti invito a contattarmi al piu’ presto in modo da poterti riservare un posticino in prima fila presso il nostro centro emiliano.
Il Workshop si chiama “COME TRIPLICARE IL VALORE DELLA PRIMA VISITA ATTRAVERSO IL DIGITALE”.

Se invece sei un dentista toscano o Ligure e vuoi svoltare concentrandoti al massimo nella gestione manageriale del tuo studio, scrivimi qui sotto e chiedimi un appuntamento per approfondire gli aspetti legati al software manageriale UNO.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *